Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

 

Studi hanno dimostrato che le persone che consumano circa 30 grammi di arachidi al giorno hanno un minor rischio di sviluppare malattie cardiovascolari.

Il fatto è che le arachidi contengono grandi quantità di magnesio, un oligoelemento coinvolto nella contrazione dei muscoli che si trovano all'interno dei vasi arteriosi, responsabili della loro espansione e la contrazione.

 

Gli arachidi contengono circa 160 mg di magnesio per 100 gr di prodotto. Giusto per fare un confronto, 100 gr di noci pecan contengono 130 mg di magnesio mentre la stessa quantità di pistacchi, 120 mg.

Inoltre, le arachidi sono ricche di acido folico e fitosteroli che riducono il colesterolo "cattivo".

 

Lo svantaggio delle arachidi è che sono un prodotto ad alto contenuto calorico ed altamente allergico.

Come scegliere, conservare e consumare le arachidi

Scegliere sempre le arachidi non sgusciate e preferire le nocciole dal colore chiaro. Le arachidi sbucciate, ad ogni modo non devono essere assolutamente contaminate della muffa.

 

Non mangiare arachidi salate! Il sale contribuisce al restringimento dei vasi sanguigni e, di conseguenza, aumenta la pressione sanguigna.

Conservare le nocciole sbucciate in frigorifero per massimo 3 settimane, mentre quelle non sbucciate si conservano fino a 6 mesi. Le nocciole sbucciate possono essere congelate per un uso futuro.

Il consumo delle arachidi è preferibile crudo. È possibile aggiungere le arachidi nelle insalate, come ad esempio una insalata di peperoni, funghi, cavolo cinese, peperoncino, succo di limone e olio d'oliva vegetale.

 

Joomla SEF URLs by Artio