Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

user_mobilelogo
FacebookTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinRSS Feed
Ptosi

Cos’è la Ptosi?

La Ptosi, detta volgarmente palpebra calante, è un abbassamento della palpebra superiore, che porta ad un restringimento della fessura palpebrale.

La palpebra superiore si solleva per mezzo di un muscolo speciale (il muscolo elevatore della palpebra superiore), controllato dal nervo oculomotore. Normalmente, l'iride è coperto dalla palpebra superiore per circa 1,5 millimetri.

La ptosi può essere piena o parziale, mono o bilaterale.

Nei casi di ptosi marcata, la palpebra copre una parte significativa dell'iride, quindi il soggetto, per riuscire a vedere qualcosa, è costretto a buttare indietro la testa (andatura cosiddetta "ad astrologo").

Cause della Ptosi

1. Congenita: associata ad ipoplasia del muscolo erettore della palpebra superiore.

2. Acquisita: spesso risultato di lesioni del nervo oculomotore o muscolo elevatore della palpebra superiore.

3. Può verificarsi negli anziani a causa dell’estensione del muscolo che solleva la palpebra superiore.

4. La paralisi del nervo cervicale.

5. L’abbassamento della palpebra superiore in un adulto può essere un sintomo di un tumore al cervello. Pertanto, quando si riscontra un improvvisa discesa della palpebra superiore, è consigliabile consultare un medico e fare una risonanza magnetica o TAC del cervello.

Come si tratta la Ptosi?

La ptosi è trattata mediante intervento chirurgico, con lo scopo di accorciare il muscolo erettore della palpebra superiore. Se un bambino ha la ptosi, consultare immediatamente un medico. E’ necessario correggere questo difetto cogenito in quanto interferisce con la visione.

Facciamo un test della Ptosi!

1. Prendete uno specchio.

2. Chiudere gli occhi.

3. Aprire gli occhi e guardare attentamente e confrontate la fessura palpebrale di entrambi gli occhi.

Se l’apertura di un occhio è più ampia di quella dell’altro, avete una ptosi.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

PageRank Checker
BlogItalia - La directory italiana dei blog
[Valid RSS]

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Un cookie è una piccola quantità di dati inviati al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. Come parte dei servizi personalizzati per i suoi utenti, il nostro sito utilizza dei cookie per memorizzare e talvolta tenere traccia di alcuni dei dati personali forniti dagli utenti stessi.

Ti ricordiamo che il browser è quel software che ti permette di navigare velocemente nella Rete tramite la visualizzazione e il trasferimento delle informazioni sul disco fisso del tuo computer. Se le preferenze del tuo browser sono settate in modo da accettare i cookie, qualsiasi sito web può inviare i suoi cookie al tuo browser, ma – al fine di proteggere la tua privacy – può rilevare solo ed esclusivamente quelli inviati dal sito stesso, e non quelli invece inviati al tuo browser da altri siti. Se vuoi saperne di più poi consultare la nostra privacy policy qui. Puoi accettare i cookies e proseguire, oppure puoi configurare i singoli cookies.