Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

user_mobilelogo
FacebookTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinRSS Feed
Brufoli

La pelle femminile dall'adolescenza alla vecchiaia: quali pericoli sono in agguato e come gestirli

15 anni. Un unico problema, l’acne

L’acne (o brufolo) è una infiammazione delle ghiandole sebacee. Normalmente, le ghiandole circondano il follicolo pilifero e secernono sebo. Durante l’adolescenza, la secrezione sebacea aumenta notevolmente, un terreno fertile per i germi. Come risultato, le ghiandole sebacee s’infiammano, e in superficie compaiono le pustole.

Cosa fare con l’acne?

1. Non schiacciare i brufoli.

2. Prima di iniziare una lotta contro l'acne, è necessario contare la quantità di pustole. Se sul viso vi sono vi sono 10 infiammazioni, si può procedere in autonomia, mentre se sono più di 40, non si può far a meno dell'aiuto di un medico-dermatologo.

3. Al mattino e alla sera bisogno detergere la pelle con prodotti specifici per pelli impure.

4. Dopo il risciacquo, asciugare il viso con una salvietta di carta, che impedirà la una nuova infestazione dei microbi.

30 anni. La pelle perde gradualmente la sua elasticità, compaiono le prime rughe

Il nemico principale della pelle sono i raggi UV. Essi disidratano la pelle, distruggendo irrimediabilmente il collagene e l'elastina che donano elasticità della pelle.

Cosa fare?

1. Limitare l’esposizione solare.

2. Non esporsi al sole senza una crema con protezione solare, è la migliore arma contro i raggi UV. Protegge la pelle da ustioni, disidratazione e invecchiamento.

3. A questa età non si può fare a meno del peeling. Una regolare leggera esfoliazione con acidi della frutta, aiuta la pelle a sbarazzarsi dello strato corneo superiore, che rende difficile alla pelle respirare.

Esfoliazione agli acidi della frutta

Applica la polpa di qualsiasi frutto per 15-20 minuti, quindi risciacqua. Noterai subito una pelle più tonica e fresca.

40 anni. La pelle perde umidità

Più la donna invecchia, meno umidità rimane nella sua pelle.
Nessuna crema od olio è in grado eliminare la secchezza dalla pelle. Questo problema può essere risolto solo con l’acqua, quindi cercate di bere ogni giorno almeno 2 litri di liquidi.

50 anni. La pelle invecchia a causa dei bassi livelli di ormoni femminili

A questa età, alle cause esterne d’invecchiamento della pelle, si aggiungono quelle interne, in primo luogo una brusca diminuzione dei livelli di ormoni sessuali femminili.

Cosa fare?

1. Gli ormoni in pillole, possono aiutare ad arrestare il processo d’invecchiamento. Ma devono essere prescritte da un medico! Dopo i 45 anni si dovrebbe consultare un ginecologo-endocrinologo.

2. Dopo i 50 anni avviene un declino della produzione di sebo, una speciale emulsione di acqua e grasso che ricopre la pelle e la protegge dalle influenze nocive. Pertanto, è necessario mangiare cibi che contribuiscono alla sua elaborazione: noci del Brasile, germe di grano, crescione, cetrioli, cavolo, ostriche, ribes nero, pepe, capperi, salmone.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

PageRank Checker
BlogItalia - La directory italiana dei blog
[Valid RSS]

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Un cookie è una piccola quantità di dati inviati al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. Come parte dei servizi personalizzati per i suoi utenti, il nostro sito utilizza dei cookie per memorizzare e talvolta tenere traccia di alcuni dei dati personali forniti dagli utenti stessi.

Ti ricordiamo che il browser è quel software che ti permette di navigare velocemente nella Rete tramite la visualizzazione e il trasferimento delle informazioni sul disco fisso del tuo computer. Se le preferenze del tuo browser sono settate in modo da accettare i cookie, qualsiasi sito web può inviare i suoi cookie al tuo browser, ma – al fine di proteggere la tua privacy – può rilevare solo ed esclusivamente quelli inviati dal sito stesso, e non quelli invece inviati al tuo browser da altri siti. Se vuoi saperne di più poi consultare la nostra privacy policy qui. Puoi accettare i cookies e proseguire, oppure puoi configurare i singoli cookies.