Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

user_mobilelogo
FacebookTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinRSS Feed

Alcuni dolori possono essere risolti senza ricorre alle pillole, ma con alcuni semplici esercizi accompagnati da una corretta respirazione.

 

E' molto importante accompagnare tutti gli esercizi con una corretta respirazione. Esso è il meccanismo fisiologico che permette la massima contrazione dei muscoli durante l'inspirazione, e il massimo rilassamento durante l'espirazione. Si tratta di esercizi molto efficaci se svolti con la massima precisione.

Mal di testa diffuso o nella zona occipitale (posteriore)

I soggetti che soffrono di tale dolore avvertono spesso sbalzi di pressione, vertigini e instabilità nei movimenti.

Sindrome di Barre-Lieou o Sindrome simpatica cervicale posteriore.

 

Nell'intervallo tra la prima vertebra cervicale e il cranio è localizzato il primo nervo spinale. Da esso parte il grande occipitale, che innerva la zona del cranio. Un posizione errata delle prime due vertebre cervicali ed una posizione sbagliata del cranio porta questo nervo ad irritarsi e formare un'estesa zona molto dolorosa, caratterizzata da un dolore lancinante e insopportabile.

Inoltre, la posizione errata delle prime due vertebre cervicali e del cranio porta alla compressione delle arterie vertebrali su uno o entrambi i lati, causando effetti quali vertigini, instabilità nel camminare, fluttuazioni della pressione sanguigna e, a volte, tachicardia.

In presenza di Sindrome simpatica cervicale posteriore, i comuni analgesici non sono di alcun aiuto. Tuttavia è possibile farvi fronte efficacemente, da soli e a casa.

 

E' severamente vietato fare torsioni o inclinare indietro la testa! In questo caso, l'area interessata sarà maggiormente sollecitata, di conseguenza aumenteranno dolore e vertigini.

Esercizi per alleviare il mal di testa

Sedetevi dritti e portate lentamente il mento al collo. È importante non inclinare tutto il collo, ma solo la sua parte superiore (allo stesso modo di quando si annuisce). In questa posizione, la testa dovrebbe pendere liberamente sotto il proprio peso per circa 20 secondi, quindi la zona in sofferenza dovrebbe rilassarsi. Poi, lentamente, alzate la testa.

 

Continuando a stare seduti dritti, fate un respiro profondo, trattenete il respiro, portate il mento al collo (come prima) e in questa posizione, espirate lentamente, facendo attenzione a come i muscoli del collo tenderanno a decontrarsi.

Si dovrebbero fare 5-7 ripetizioni.

Seduti dritti, avvolgete le mani intorno alla parte posteriore della testa in modo che i pollici siano sulle guance. Inspirate, trattenete il respiro e cominciare a spingere delicatamente la testa contro i palmi delle mani. Contate fino a cinque. Poi fate una profonda espirazione riportando lentamente il mento al collo.

Dolore al collo quando si gira la testa, limitazione della mobilità del collo

 

Di solito ciò è dovuto a osteocondrosi: un'irritazione con infiammazione delle articolazioni e dei legamenti.

Esercizi per alleviare il dolore al collo ed aumentare la mobilità del collo

ATTENZIONE: Se il dolore è non solo nel collo, ma anche alla mano, è necessario rivolgersi al proprio medico, in questo caso, non è consigliabile svolgere gli esercizi.

Anche con dolore al collo, occorre evitare di ruotare la testa o inclinarla indietro.

 

Gli esercizi dovrebbero iniziare dal lato del collo opposto a quello dove sentiamo dolore. Appoggiate il palmo della mano all'orecchio (come un telefono cellulare) e, dopo un inspiro profondo, cercate di girare la testa mantenendo una leggera pressione della mano per evitare di farla girare. Contate fino a cinque. Espirando iniziate, aiutati dalla mano, a girare la testa nell'altra direzione, quella dolorosa, fino a quando non sentite dolore. A questo punto fermatevi e, da questa posizione ripetete l'esercizio. E così via, fino a che non riuscite a ruotare la testa di 90 gradi.

Successivamente, ripetete l'intero esercizio dalla parte opposta.

Mal di schiena nella zona lombare

 

La zona lombare della colonna vertebrale soffre più spesso, di quella cervicale, a causa del maggior carico su di essa. Naturalmente, con tali dolori è necessario rivolgersi al medico. Ma prima, è possibile alleviare il dolore in autonomia.

Esercizi per alleviare il mal di schiena nella zona lombare

ATTENZIONE: Se il dolore è percepito, anche solo poco, nella gamba, evitate di fare alcun esercizio!

Movimenti circolari del tronco o del bacino non alleviano in alcun modo il dolore nella zona lombare. Non è consigliabile tendere la gamba in avanti o in su, nè seduti nè sdraiati.

 

In piedi, dritti, prendete un respiro, sollevate una gamba piegata al ginocchio, e quindi tenete per 5 secondi. La parte bassa della gamba piegata deve penzolare liberamente. Abbassare lentamente espirando. Fate lo stesso con l'altra gamba.

Poi, sempre in posizione eretta, mettete le mani sulla zona lombo-sacrale in modo che i pollici siano posati sulle due cavità lombari. Inspirate, trattenete il respiro e cominciate a fare pressione sulle dita con il bacino, come flettendo la schiena. Tuttavia, non deve esservi alcun movimento, dovete sentire solo la tensione del movimento. Trattenete il bacino con le dita per 5 secondi, espirate e, premendo con le dita, spingete il bacino in avanti.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

PageRank Checker
BlogItalia - La directory italiana dei blog
[Valid RSS]

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Un cookie è una piccola quantità di dati inviati al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. Come parte dei servizi personalizzati per i suoi utenti, il nostro sito utilizza dei cookie per memorizzare e talvolta tenere traccia di alcuni dei dati personali forniti dagli utenti stessi.

Ti ricordiamo che il browser è quel software che ti permette di navigare velocemente nella Rete tramite la visualizzazione e il trasferimento delle informazioni sul disco fisso del tuo computer. Se le preferenze del tuo browser sono settate in modo da accettare i cookie, qualsiasi sito web può inviare i suoi cookie al tuo browser, ma – al fine di proteggere la tua privacy – può rilevare solo ed esclusivamente quelli inviati dal sito stesso, e non quelli invece inviati al tuo browser da altri siti. Se vuoi saperne di più poi consultare la nostra privacy policy qui. Puoi accettare i cookies e proseguire, oppure puoi configurare i singoli cookies.