Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

user_mobilelogo
FacebookTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinRSS Feed

Se avete sperimentato una perdita di memoria, come per esempio, non riuscivate a ricordare ciò che è successo un minuto fa o non vi siete riconosciuti immediatamente allo specchio, potreste essere a rischio di Alzheimer.

Lo sviluppo del morbo dell'Alzheimer può tuttavia essere prevenuto.

 

Nel cervello si interrompe il metabolismo e, come risultato, avviene il deposito della proteina amiloide, tra le cellule cerebrali si formano le placche senili (o placche amiloidi), e all'interno delle cellule si accumulano le proteine Tau (una proteina che distrugge le cellule cerebrali). Questi depositi privano l'individuo della capacità di svolgere attività consapevoli. Tra l'altro, i cambiamenti nel cervello, portano ad una riduzione significativa della sua dimensione.

Caratteristiche dell'Alzheimer

La perdita di memoria, è il principale segnale dello sviluppo dell'Alzheimer.

 

Le persone di età superiore ai 65 anni, presentano un rischio di 2-2.5 volte superiore di sviluppare questa malattia.

Le persone che soffrono di ipertensione, aterosclerosi e diabete hanno una probabilità di ammalarsi. Ad esempio, l'ipertensione aumenta il rischio di sviluppare la malattia di 1.5 volte, per cui è necessario tenere sempre sotto controllo la pressione sanguigna!

L'Alzheimer, purtroppo, è ereditario e le donne sono i soggetti più vulnerabili a questa malattia.

Come prevenire l'Alzheimer?

Nutrizione

 

Per il normale funzionamento del cervello è necessario assumere alimenti che contengono acidi grassi polinsaturi omega-3. Pertanto, nella propria dieta sono da includere sardine, salmone e olio vegetale.

Spinaci, cavolo e fagioli contengono i folati (o acido folico), che riducono il livello della sostanza direttamente responsabile della creazione delle placche nel cervello.

Stimolazione cerebrale

 

Lo sviluppo di nuove facoltà mentali, stimola il cervello. E' molto importante far lavorare nuove aree del cervello, che non sono state precedentemente stimolate. E' possibile trovarsi una nuova ed insolita attività, come imparare a suonare la chitarra. Si consiglia di scegliere un'attività che porta piacere, perché il piacere è il più importante attivatore del cervello.

Attività fisica

 

L'attività fisica è uno dei metodi più efficaci per preservare la memoria. Durante l'attività fisica migliora il flusso sanguigno, le cellule nervose ricevono più cibo e iniziano a lavorare. Ottima scelta, può essere una partita di ping pong (gioco che ha provati effetti, oltre che fisici anche mentali, rilassando e stimolando la concentrazione).

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

PageRank Checker
BlogItalia - La directory italiana dei blog
[Valid RSS]

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Un cookie è una piccola quantità di dati inviati al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. Come parte dei servizi personalizzati per i suoi utenti, il nostro sito utilizza dei cookie per memorizzare e talvolta tenere traccia di alcuni dei dati personali forniti dagli utenti stessi.

Ti ricordiamo che il browser è quel software che ti permette di navigare velocemente nella Rete tramite la visualizzazione e il trasferimento delle informazioni sul disco fisso del tuo computer. Se le preferenze del tuo browser sono settate in modo da accettare i cookie, qualsiasi sito web può inviare i suoi cookie al tuo browser, ma – al fine di proteggere la tua privacy – può rilevare solo ed esclusivamente quelli inviati dal sito stesso, e non quelli invece inviati al tuo browser da altri siti. Se vuoi saperne di più poi consultare la nostra privacy policy qui. Puoi accettare i cookies e proseguire, oppure puoi configurare i singoli cookies.